FAI DA TE - Macchine e strumenti

Cornici in legno o in metallo, quale scegliereste?

Era da un po' che volevo scrivere di strass. Quando sono andata dai miei amici con Soffitta spazzatura mi ha parlato della serie di cornici di tutte le dimensioni ereditate dal nonno delle ragazze, che era un falegname. Ci siamo lasciati trasportare dalla soffitta e ho dimenticato di fotografarli. Ma lo farò sicuramente alla prima occasione. Ma fino ad allora ho pensato di parlare un po' delle rindele perché sono un simbolo della falegnameria.

rendele
fonte: artofmanlinnes.com

La pialla è uno strumento che può essere utilizzato per rimuovere uno strato di legno da una superficie piana, raddrizzare superfici, lisciare (rifinire) superfici, smussare bordi o realizzare stipiti di porte. Non tutte queste operazioni vengono eseguite con la stessa pialla, ma sono fondamentalmente costruite allo stesso modo. L'elemento principale è una lama metallica affilata e un corpo. La lama passa dal corpo attraverso una fessura chiamata bocca della pialla e raggiunge il legno. Passando la lama sul legno, vengono rimossi strati di legno più o meno spessi a seconda della posizione della lama, dell'angolo in cui viene posizionata e della pressione esercitata sulla lama.

rendele
fonte: theenglishwoodworker.com

Le renne sono state inventate centinaia di anni fa, e ci sono documenti e persino testimonianze della loro esistenza fin dall'epoca romana. Originariamente erano fatte di legno, con un foro rettangolare nel corpo e una fessura nella suola, e la lama era fissata con un cuneo di legno attaccato alla fessura. Questo è il modello che è stato trovato nei siti archeologici in Europa e in Asia o in documenti scritti realizzati da antichi architetti e costruttori e conservati nelle biblioteche.

rendele
fonte: clasictools.com

Alla fine del XIX secolo un inventore del Massachusetts, Leonard Bailey, realizzò per la prima volta il rene con corpo in ghisa. Il brevetto di questa invenzione fu acquistato qualche anno dopo da Stanley, Rule&Lever, un produttore di utensili del Connecticut, USA. L'azienda sviluppò e migliorò continuamente il design fino ad arrivare a quelli venduti oggi. Rispetto alle semplici caratteristiche del passato, i nuovi modelli sono dotati di viti per regolare la profondità di scheggiatura, per la regolazione laterale e per altre regolazioni simili. Il corpo è ora in acciaio o bronzo.

rendele
fonte: highlandwoodworker.com

Indipendentemente dal materiale di cui è fatta, la pietrina può essere di diverse dimensioni, da quelle molto piccole a quelle lunghe più di 1 m (gelee). Per raschiare il legno si spinge lungo la venatura (ma si può lavorare anche perpendicolarmente alla venatura). Fa eccezione la piallatura giapponese, che viene tracciata lungo la superficie del legno.

rendele
fonte: daizen.com

Cercando consigli sui poggiatesta ho visto che molti scelgono quelli in metallo della Stanley, affermando che sono i migliori poggiatesta che si possano acquistare. Tuttavia, sono rimasto sorpreso nel trovare opinioni di falegnami tradizionali, sia in patria che all'estero, che considerano le strutture in legno molto migliori di quelle in metallo.

rendele
fonte: theenglishwoodworker.com

Sono quei falegnami che realizzano incastri tradizionali senza chiodi, quelli che lavorano a mano le opere d'arte o i mobili rustici o altre cose più raffinate. Le loro argomentazioni a favore delle cornici in legno sono le seguenti:

  • sono più leggeri di quelli in metallo. Quando si lavora molto a mano, quando tutte le superfici vengono lavorate per piallatura, un utensile pesante stanca più rapidamente e diventa quindi inefficiente;
  • scivola meglio sul legno. Il legno su legno scivola in modo diverso dal metallo su legno. Per scivolare al meglio, la suola in metallo deve essere cerata intensamente, il che potrebbe disturbare la lavorazione e la finitura successive. Il rinforzo in legno non necessita di ceratura e la superficie del legno non viene alterata;
  • la complessità dei nuovi strass metallici. Con tante viti che regolano l'angolo, lo spessore e il posizionamento della lama, diventa difficile trovare la posizione migliore della lama in modo che il raschiamento sia perfetto. Il rastrello di legno è semplice, basta affilare la lama e posizionarla correttamente. Per ogni tipo di piallatura si utilizza un tipo specifico di raspa, non uno per tutte le operazioni, che si regola continuamente;
rendele
fonte: theenglishwoodworker.com
  • è facilmente riparabile. Come ogni strumento, anche lo strass può rompersi. Il fatto che sia di legno e che la persona che lo usa sia un falegname significa che può essere riparato immediatamente. Una tavola di metallo rotta significa interrompere il lavoro fino a quando non può essere riparata da uno specialista;
  • tradizione. L'ultimo argomento è stato piuttosto inaspettato. Utilizzando le tavole di legno si entra in una comunità selezionata di persone che hanno lavorato il legno in questo modo dai tempi dell'antica Roma fino alla fine del XIX secolo. Persone che hanno costruito le proprie case e i propri mobili, che hanno lavorato il legno in prima persona. La renna metallica è sinonimo di era industriale, di introduzione delle macchine nella lavorazione del legno, di eliminazione dell'anima del legno. Quindi, se l'artigiano utilizzava le macchine nella lavorazione del legno, usare una pialla di metallo non significava nulla. D'altra parte, se si fa tutto a mano, non c'è niente di meglio di una pialla di legno ben messa a punto.

Devo ammettere che le argomentazioni con cui i falegnami classici e tradizionalisti difendono la loro scelta mi hanno colpito. Non mi aspettavo tali argomentazioni da persone che sembrano piuttosto dure. A proposito, voi che scelta fareste?

rendele
fonte: craftsy.com

Mihaela Radu

Mihaela Radu è un ingegnere chimico ma ha una passione per il legno. Lavora nel settore da più di 20 anni e la finitura del legno è ciò che l'ha definita in questo periodo. Ha acquisito esperienza lavorando in un istituto di ricerca, nella propria azienda e in una multinazionale. Vuole condividere continuamente la sua esperienza con chi ha la stessa passione, e non solo.

9 commenti

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ho usato solo una pialla elettrica, einhell (5 anni fa - quando ho fatto i miei pannelli di recinzione - da recinzioni verdi). Ne ho levigato uno con il flex (tamburo e dischi con grana 40) 🙂 dopo 20 secondi di utilizzo il disco si stava caricando e non sapevo quale fosse il problema. Le parti superiori le ho tagliate a metà con un pendolo einhell. Oltre a queste due macchine straordinariamente ritardate, ho comprato anche una smerigliatrice a vibrazione che non mi è mai servita a nulla.

    Non ho molta esperienza nell'uso del righello. Ma da circa tre mesi sto studiando intensamente per assimilare l'aspetto teorico della lavorazione del legno, perché voglio creare il mio laboratorio. Voglio un laboratorio professionale, non industriale. Ma voglio che il mio lavoro sia efficiente. Voglio un laboratorio ben attrezzato, non povero. Un'officina dove poter scappare dalla gente, non da mia moglie (scherzo). Voglio un laboratorio per la creazione, non per l'adulazione.
    Quindi: un'officina dotata di elettroutensili (ad alte prestazioni) è un'officina che facilita la parte grezza del lavoro. Per la finitura/precisione, dove gli elettroutensili sono impotenti, non credo che il lavoro sia così pesante/strenuo se gli smussi sono in metallo perché... non credo che qualcuno si metta a piallare tronchi. Per lavorare con ruote grandi si usa l'inerzia/la forza/il peso del corpo per non stancare le mani. Con quelle piccole, siamo seri: il peso tra quelle in legno e quelle in metallo non ha importanza. La precisione e la resistenza degli ingranaggi in metallo devono essere superiori a quelli in legno. Questa è la mia opinione disinformata!

  • Bell'articolo, ma vorrei completare i vantaggi delle montature in metallo, se possibile.
    Una cosa molto importante è che la suola del cerchio sia perfettamente piana. Le tavole di legno perdono la loro planarità nel tempo a causa dell'usura e devono essere piallate. Le renne giapponesi devono essere rifilate e questo richiede esperienza (posso approfondire se necessario). Conservare le tavole di legno è costoso, il legno funziona e ci sono torsioni, crepe, ecc.
    A mio parere, i telai in metallo prodotti da Lee Valley Tools o Lie Nielsen sono di gran lunga superiori ai telai in legno. Argomenti:
    1. La suola è perfettamente piatta, davvero, è perfettamente piatta. Vengono piallate su macchine rettificatrici piane sotto getto d'acqua per eliminare le tensioni dalla lega.
    2. Con le testate bevel up, è possibile giocare con l'angolo di attacco cambiando semplicemente il coltello. Le impiallacciature di legno hanno un angolo di attacco fisso. L'angolo d'attacco è molto importante quando si piallano legni con venature difficili (che spesso cambiano la direzione della venatura - acero a occhio di uccello).
    3. È possibile regolare l'apertura della "bocca", importante per piallare il legno con venature difficili o alla fine della venatura.
    4. La regolazione di una ruota conica in metallo è davvero molto semplice e non sono d'accordo con l'argomentazione secondo cui sarebbero "complesse". Al contrario, i classici ingranaggi conici Stanley Bailey, Record ecc. consentono di regolare la profondità durante la piallatura. Con le testate in legno, è necessario fermarsi e regolare dal martello.
    5. Molto resistenti, non hanno nulla che non vada, Paul Sellers ha utilizzato le ruote Stanley per 20-30 anni e continua a farlo 🙂
    6. Il peso è un vantaggio se si vuole prendere molto materiale. Anche la possibilità di cambiare rapidamente il coltello con una bocca bombata è un grande vantaggio.

    • È possibile e grazie mille per i complimenti. 🙂
      L'obiettivo era quello di raccogliere il maggior numero possibile di opinioni, sia amatoriali che professionali. Volevo anche raccogliere quelle su FB e trarre delle conclusioni.
      Tutto il meglio!

    • C'è solo uno scenario in cui, secondo la mia (limitata) esperienza, un cerchio in legno più leggero ha un vantaggio rispetto a uno in metallo. Non si può lavorare sempre in officina. Quando si deve piallare "in movimento", in una posizione in cui la pialla deve essere sostenuta, dove non è supportata dal legno che si sta piallando, una pialla più leggera è utile. Ma nella mia esperienza, questi casi sono estremamente rari.

  • Lavoro con il legno da 2 anni e ho scelto la pialla per legno, se la lama è affilata si può lavorare con molta facilità. Il falegname ha una connessione diretta con il legno quando si lavora a mano (lo dico per esperienza personale).

    • Il falegname deve avere un collegamento diretto con il legno anche quando lavora elettricamente. Altrimenti non viene bene. La mia opinione.

  • La rettifica piana di una superficie metallica viene effettuata in presenza di un liquido (emulsione) per ottenere una rugosità minima e raffreddare il materiale da rettificare.
    In un altro ordine, la stufa a legna è più "calda".Il mercato è pieno di utensili elettrici. Che senso ha acquistare una costosa pialla di metallo se prima non si sa usare una pialla di legno economica?

Categorie

Iscriviti alla newsletter

it_ITItaliano