Come... - Finitura fai da te - Tecniche di finitura

Come rimuovere la macchia dalle porte in legno senza carteggiare o sabbiare

Il colore rossastro delle porte è stata la prima lamentela della signora che mi ha chiesto un consiglio. Voleva dare al legno un colore più naturale, senza doverlo verniciare o carteggiare. Si chiedeva anche se non esistesse un materiale che potesse schiarire il colore senza bisogno di ulteriori interventi. Purtroppo, è impossibile passare da un colore scuro a uno chiaro e mantenere il legno visibile, cioè non verniciarlo. Inoltre, non esiste un materiale sverniciante in grado di togliere uno strato uniforme di finitura e quindi di rendere più chiaro il colore della porta e più visibile il legno. L'unica soluzione è rimuovere completamente la vernice e il bagno e riverniciare.

sverniciatura di porte in legno

In questo caso, come si vede nelle foto, le porte sembrano dipinte con una vernice colorata, e la lucentezza e l'aspetto generale, oltre al fatto che si tratta di porte interne, mi hanno fatto pensare a una vernice alla nitrocellulosa. La vernice colorata, probabilmente applicata in 2-3 mani, rendeva il disegno del legno troppo poco evidente. Prendiamole una alla volta e vediamo perché è meglio usare baia e vernice, non la vernice colorata, e come la finitura può essere rimossa senza carteggiare o sabbiatura.

La vernice colorata dà una sensazione di plastica e perde il fascino naturale del legno.

Se vi piace il legno e il suo disegno naturale, la verniciatura con una vernice colorata non è la soluzione migliore. Le mani successive di vernice renderanno il film sempre più colorato e plastico e il disegno del legno risulterà offuscato. Per metterlo in risalto, occorre prima tingere il legno del colore desiderato con un mordente semplice e poi verniciarlo con una vernice trasparente non colorata.

Un mordente semplice, cioè mordente e acqua o solvente, verrà assorbito dal legno e lo metterà in risalto. Se c'è un disegno formato da legno tardivo e precoce, si evidenzierà ancora meglio dopo la colorazione grazie all'assorbimento differenziato. Se si applica una vernice colorata, l'elevata viscosità ne impedisce l'assorbimento, depositandosi sulla superficie come una pellicola di plastica.

Ci sono specie più ricche (plop) e possono macchiarsi quando vengono macchiati. Possono anche esserci dei difetti che verranno evidenziati dalla mordenzatura. In questo caso si può applicare una prima mano di vernice colorata, ma più diluita. L'assorbimento sarà solo superficiale, il disegno sarà evidenziato, ma i difetti non saranno così visibili. Applicando poi solo una vernice trasparente non colorata, il colore non cambierà, la pellicola sarà trasparente e il legno si vedrà.

Sverniciatore, sverniciatore o sverniciante

Questi sono i nomi con cui si possono trovare nei negozi le soluzioni per rimuovere la vernice o la pellicola di vernice. Sul mercato esistono tutti i tipi di questi materiali, alcuni più forti, altri più deboli, a seconda della composizione. Possono essere per un tipo specifico di vernice o universali.

Il funzionamento è praticamente lo stesso, indipendentemente dalla marca. Lo sverniciatore viene spennellato sulla superficie verniciata e lasciato agire per il tempo consigliato. Questo tempo varia da pochi minuti a ore, a seconda dell'efficacia dello sverniciatore, del tipo di vernice da sverniciare, dello spessore e dell'età dello strato. Per applicare uno strato il più spesso possibile e perché rimanga bene quando viene applicato in verticale, la maggior parte degli sverniciatori è in forma di gel. Dopo il tempo consigliato, la vernice dovrebbe ammorbidirsi e gonfiarsi in modo da poter essere rimossa con un raschietto metallico.

Le pellicole di vernice o di pittura sono termoplastiche e si ammorbidiscono anche con il calore, utilizzando un soffio d'aria calda o un asciugacapelli. La vernice ammorbidita viene poi rimossa con una spatola, come sopra. Lo svantaggio è che si lavora a chiazze e su grandi superfici diventa difficile. Trovare qui metodo a lungo.

La rimozione della vernice alla nitrocellulosa con lo sverniciatore, come quella delle porte citate, non dovrebbe creare grossi problemi, poiché è una delle vernici più deboli e si indurisce molto rapidamente. Se non si stacca completamente dalla prima mano, ripetere la procedura. Infine, passate l'intera superficie con l'alcol e poi rifinite.

sverniciatura di porte in legno

Uso del diluente per rimuovere la vernice

Nel caso della vernice alla nitrocellulosa, la rimozione della pellicola può essere effettuata anche senza sverniciatore, solo con nitrocellulosa o diluente universale. Si tratta di un'operazione più laboriosa e maleodorante, ma efficace. A tale scopo, la porta viene appoggiata orizzontalmente e sopra vengono messi degli stracci/asciugamani imbevuti di diluente. Poiché il diluente è molto fluido, gli stracci lo aiutano a rimanere più a lungo sulla superficie e ad ammorbidire la pellicola. Dopo 10-15 minuti, gli stracci vengono rimossi e la vernice viene raschiata come sopra. Infine si passa un panno con diluente su tutta la superficie e si lascia agire per almeno 12 ore. Una carteggiatura del legno prima dell'applicazione del bagno consentirà un assorbimento più uniforme. Se si preferisce il colore naturale del legno, non applicare il mordente ma passare direttamente alla vernice.

Il metodo è più sgradevole perché vengono rilasciati molti fumi e odore di diluente. È meglio farlo all'esterno o in uno spazio dedicato, lontano da fonti di fuoco.

Spero che le informazioni siano utili. Se avete aggiunte, domande o dubbi, lasciateli nello spazio sottostante. Vi risponderò sicuramente.

Mihaela Radu

Mihaela Radu è un ingegnere chimico ma ha una passione per il legno. Lavora nel settore da più di 20 anni e la finitura del legno è ciò che l'ha definita in questo periodo. Ha acquisito esperienza lavorando in un istituto di ricerca, nella propria azienda e in una multinazionale. Vuole condividere continuamente la sua esperienza con chi ha la stessa passione, e non solo.

Aggiungi commento

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Iscriviti alla newsletter

it_ITItaliano