Affari - Macchine e strumenti - Macchinari per la produzione di mobili

BACCI Open House - tecnologia di punta in un autentico ambiente italiano

Dal 10 al 24 aprile si è svolta in Italia, nei pressi di Pisa, la BACCI Open House, un evento a cui la Revista din Lemn è stata invitata. La decisione di tenerlo per due settimane è stata coraggiosa, considerando che si trattava della prima edizione. Ma la sovrapposizione con un altro importante evento - il Salone del Mobile di Milano - è stata una gradita novità per le aziende lontane, che hanno potuto partecipare a entrambi gli eventi a costi molto ridotti.

L'Open House di BACCI è stata un'ottima occasione per vedere qual è lo stato dell'arte della lavorazione a controllo numerico e per capire il livello che si può raggiungere utilizzando queste macchine nell'industria del legno. È stata anche l'occasione per conoscere una tipica azienda familiare italiana giunta alla quarta generazione, per scoprire i valori professionali e umani alla base dell'azienda fondata nel 1918.

Tecnologia ai massimi livelli

Paolino BACCI, leader mondiale nella produzione di CNC a 5 e più assi interpolati e titolare di più di 50 brevetti internazionali, è un importante fornitore per produttori di sedie, divani, porte, attrezzature sportive, strumenti musicali, persino mobili d'arte, ed è nota per la sua capacità di trovare soluzioni alle forme più complicate. Banca Collezione Ceccotti nell'immagine sottostante è solo un esempio. Sembra difficile da credere, ma lo scheletro in legno della panchina è realizzato con un CNC BACCI.

L'organizzazione dell'evento ha permesso a tutti coloro che hanno risposto all'invito di avere l'opportunità di visitare lo stabilimento di Cascina, dove ha sede BACCI, e di assistere a dimostrazioni pratiche sulle macchine. Nello show-room erano presenti molte delle macchine rappresentative di BACCI. Ad ogni macchina era presente un team dedicato che, oltre alle dimostrazioni pratiche, rispondeva alle domande su parametri e caratteristiche. Gli stand con elementi in legno lavorati nelle vicinanze davano un primo assaggio di ciò che si poteva ottenere con il CNC in questione. Poiché i partecipanti sono stati incoraggiati a portare oggetti che avrebbero voluto realizzare con la CNC, spesso si sono svolti veri e propri dibattiti su questi oggetti, coinvolgendo gli specialisti BACCI. Questo è uno dei vantaggi di un evento in casa rispetto a una fiera - accesso immediato a tutte le risorse aziendali per abbreviare il percorso dalla domanda all'offerta.

In uno spirito di trasparenza, sono state organizzate costantemente visite in fabbrica, in modo che i nuovi arrivati potessero vedere dove e come vengono prodotti i famosi CNC. La tecnologia all'avanguardia era tutta intorno a noi, compresa la pulizia. Il robot autonomo che puliva costantemente le passerelle ha attirato l'attenzione di tutti. Non poche persone hanno cercato di confonderlo intralciandolo, ma il piccolo robot è riuscito a raddrizzarsi rapidamente in modo da non colpirci, continuando a fare il suo lavoro.

Un video dettagliato di presentazione di ogni macchina presente nello showroom sarà disponibile a breve sul canale YouTube della rivista Wooden.

BACCI | Un'azienda familiare di quarta generazione

Nonostante le dimensioni, BACCI è un'azienda familiare che ha superato la prova del tempo e si è continuamente sviluppata grazie alla dedizione e all'impegno costante dei suoi membri. La storia inizia nel 1918, dopo la Prima Guerra Mondiale, quando Paolino Bacci, il bisnonno dell'attuale direttore, avvia una piccola fabbrica di seghe a nastro nella natia Cascina. Le macchine divennero presto note e apprezzate per la loro robustezza e durata.

Dal 1950 l'azienda è stata rilevata da Giuseppe, figlio di Paolino, che ha sviluppato l'attività oltre i confini italiani. La fabbrica è specializzata in macchine per la produzione di sedie e il costante contatto con i produttori porta allo sviluppo di tecnologie efficienti e alla realizzazione di macchine affidabili, robuste e precise. Alla fine degli anni Settanta, la direzione viene assunta da Agostino, figlio di Giuseppe, che guida l'azienda da oltre 40 anni. Oggi l'amministratore delegato è il figlio maggiore di Agostino, Giuseppe, che gestisce l'azienda insieme ai suoi due fratelli, Paolo e Nino, ognuno dei quali è direttamente coinvolto nello sviluppo dell'attività in diverse parti del mondo.

Giulio, il figlio maggiore dell'amministratore delegato, lavora già in fabbrica nonostante abbia solo 20 anni e sia uno studente. L'ho incontrato durante la visita alla fabbrica, mentre guidava una macchina per la pulizia. L'apprendimento in famiglia inizia dai livelli più bassi, in modo che quando lui prende in mano l'azienda non ci siano incognite.

BACCI è costantemente impegnata nello sviluppo di tecnologie innovative. Nel 1986 è stata la prima azienda italiana ad aggiudicarsi il premio Sfidanti alla Fiera Internazionale della Lavorazione del Legno (IWF) di Atlanta, USA. Nel 1995, BACCI produce il primo CNC a 5 assi con uscite multiple, seguito dallo sviluppo di attrezzature sempre più complesse e performanti. Nel 2012, la Camera di Commercio di Pisa assegna ad Agostino Bacci il premio Leonardo Fibonacci per le attività che hanno portato allo sviluppo dell'economia locale. Nel 2016, l'azienda vince un secondo Challengers Award ad Atlanta per il suo CNC. Tavolo triplo Master caratterizzato da un software operativo dedicato e da una produttività doppia rispetto allo stato dell'arte.

BACCI è oggi riconosciuta come leader mondiale nella produzione di CNC a 5 e più assi interpolati per la lavorazione del legno, ma anche di materiali compositi, plastica o alluminio. L'azienda è oggi un gruppo composto dallo stabilimento di Cascina, dove vengono prodotti i CNC, da BACCI Mecanica - dedicata alla produzione di macchine meccaniche e di alloggiamenti e smussi metallici CNC - e da BACCI Automation, per la produzione di robot e automazione. Il gruppo comprende anche due filiali in mercati in forte crescita - Stati Uniti e Cina - aperte a fornire servizi rapidi di assistenza tecnica e supporto.

Un'esperienza complessa e molto piacevole

L'esperienza di BACCI Open House 2024 è stata molto complessa e ha incluso non solo le dimostrazioni pratiche sulle macchine e la visita allo stabilimento, ma anche tutto ciò che ha significato interagire con i membri della famiglia, con tutti coloro che hanno organizzato l'evento. Dalla storia di famiglia raccontata con naturalezza da Nino la mattina mentre ci accompagnava dall'albergo alla fabbrica, alla gioia di Paolo nel mostrarci un ristorante rimasto immutato da oltre 50 anni, dal quadro all'ingresso realizzato dalla madre del direttore oggi, al viale di pini fino al ristorante di famiglia dove abbiamo pranzato, tutto faceva parte dell'esperienza BACCI.

L'impressione è che questi eventi stiano diventando sempre più frequenti e tendano a sostituire le fiere tradizionali. E questo perché, oltre all'esperienza professionale e alle discussioni sul tema, offrono anche l'opportunità di stringere legami più forti, di discutere di affari in un ambiente più rilassato e piacevole. Resta da vedere come le fiere si opporranno a questo fenomeno, con quali nuove idee riusciranno a mantenere la loro attrattiva e la loro influenza. Perché questo è certamente necessario.

Di seguito, il video che abbiamo realizzato in occasione della BACCI Open House 2024

Mihaela Radu

Mihaela Radu è un ingegnere chimico ma ha una passione per il legno. Lavora nel settore da più di 20 anni e la finitura del legno è ciò che l'ha definita in questo periodo. Ha acquisito esperienza lavorando in un istituto di ricerca, nella propria azienda e in una multinazionale. Vuole condividere continuamente la sua esperienza con chi ha la stessa passione, e non solo.

Aggiungi commento

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Iscriviti alla newsletter

it_ITItaliano