FAI DA TE - Idee per l'artigianato

Siete alle prime armi con la lavorazione del legno e avete bisogno di qualche consiglio?

L'idea dell'articolo è nata da una conversazione con un appassionato di legno che desiderava davvero realizzare qualcosa in legno, ma non sapeva molto su come farlo. C'erano molte nozioni di base che non conosceva, ma aveva un grande desiderio di iniziare. In un certo senso mi sono riconosciuto, perché ho finito per lavorare il legno da solo, senza aver seguito alcun corso di falegnameria. Nel periodo in cui il mio lavoro si occupava di vernici e pitture, ho avuto modo di frequentare molte fabbriche, di vedere molti macchinari e linee di produzione e di capire come funzionano, ma quando si lavora con le proprie mani è diverso. Perciò, per coloro che stanno pensando di iniziare a lavorare con il legno, cerco di dare qui alcuni consigli, informazioni utili per fare le cose per bene.

Scelta del legno

Quando si prepara un progetto di questo tipo è necessario innanzitutto il legno. Se non si riutilizza legno di recupero da un oggetto più vecchio, allora dovrete acquistarlo. Nei negozi di bricolage si possono trovare piccole quantità di legno, ma la scelta delle specie è limitata. Un'ampia gamma di specie legnose e di pannelli a base di legno è disponibile su Holver.

Trattandosi del primo progetto, è meglio scegliere un legno di una specie più morbida e meno pregiata.. Tutti amiamo quercia o il noce americano, ma non vale la pena di rovinarlo per la nostra mancanza di abilità. La rafia sono, a mio avviso, molto adatti per iniziare. Un'ottima opzione per iniziare è anche placcaggio. È in legno ed è molto stabile.

Il contenuto di umidità del legno è importante evitare crepe o piegature. Il contenuto di umidità del legno deve essere compreso tra 8 e 12% se utilizzato all'interno e tra 14 e 18% se utilizzato all'esterno. Acquistate il legno da fonti affidabili per assicurarvi che sia correttamente essiccato.

Prima di acquistarlo, controllate che il legno non presenti crepe, fori per insetti, nodinon essere ammuffito. Tutto ciò può creare problemi in seguito.

Scegliere specie di legno e a seconda del successivo utilizzo dell'oggetto. Esistono specie più resistenti all'esterno (tec, castagno), altre più dure e adatte a oggetti soggetti ad aggressione meccanica o a specie più leggere, che conferiranno questa proprietà anche all'oggetto finale. Inoltre, alcuni sono più difficili da lavorare, altri più facili. Un legno più duro sarà una prova per gli strumenti utilizzati, ma anche per le mani.

Scelta degli utensili manuali

E visto che parliamo di utensili, avrete bisogno di alcuni strumenti di base. L'offerta è ampia ed è bene scegliere quelli giusti. Non scegliete quelli più costosi, ma nemmeno quelli più economici. Prendete quelli per un hobby, per un'attività di bricolage. Non servono strumenti professionali per iniziare, ma nemmeno strumenti che si rompono al primo utilizzo o, peggio, che mettono a rischio la vostra sicurezza.

Cominciamo con alcuni raccomandazioni per gli utensili manuali tradizionali.

Martello.Un buon martello è quello con un buon equilibrio tra il gambo e la testa, in modo che non si attorcigli alla mano. Deve essere facile da usare, resistente e non affaticare la mano. Si tratta di un martello con testa in metallo e manico in legno duro (legno duro: quercia, acacia, faggio). Il manico in legno raccoglie le vibrazioni e la mano non è molto sollecitata. Se il manico non è in legno, è bene avere un manicotto di gomma per assorbire gli urti.

Sega a mano.I falegnami esperti affermano che la sega deve essere scelta in modo da poter sentire la risposta del legno quando la lama entra in esso. Ciò significa una lama di qualità con denti affilati e un profilo ottimale per il taglio del legno duro.

Set di scalpelli.Gli scalpelli non servono solo per scolpire. Si usano per pulire le giunture o i tagli fatti con la sega, per scavare, per rimuovere il materiale, per spaccare, rifilare o raddrizzare il materiale. Esistono set che combinano diversi tipi e dimensioni di scalpelli. Il loro materiale deve essere robusto e resistente.

carpenteria
fonte: gardenfurnitureland.com

Set di morsetti.Se chiedete a un falegname, vi dirà che non sono mai abbastanza. Si usano per fissare i componenti di un oggetto incollato o per fissare l'oggetto da lavorare.

Trapano a mano. Sicuramente anche gli oggetti che realizzerete avranno bisogno di fori. Se non c'è un utensile elettrico con cui farlo, il vecchio trapano a mano (forse lo ricorderete dal vostro kit di trapani) sarà sempre utile.

Rindea.La levigatura è utile per lisciare, levigare o creare ammaccature che conferiscono a una superficie un aspetto invecchiato. È uno degli strumenti preferiti dai falegnami, una sorta di simbolo del mestiere. Può essere di legno o di metallo ed è molto importante che la lama sia molto affilata. Non è un oggetto di cui non si può fare a meno, ma bisogna ammettere che è una grande gioia averne uno, soprattutto se è vecchio.

Dispositivi di misura.È impossibile realizzare un oggetto senza misurare il legno prima di tagliarlo. Avrete bisogno di un metro da falegname - classico e molto utile - di un righello e di un goniometro per misurare e tracciare gli angoli. Il goniometro è utile anche per misurare la profondità, i fori interni e i corpi rotondi.

carpenteria
fonte: woodwotkjunkie.com
Utensili manuali elettrici molto utili

Se avete superato i primi progetti e siete giunti alla conclusione che questo è l'hobby che volete perseguire, è una buona idea prendere in considerazione alcuni utensili elettrici. A mio parere, i più importanti sono:

Sega a pendolo. È più facile da maneggiare di una sega manuale, più veloce e richiede meno sforzo per tagliare. Può essere utilizzata per tagli curvi precisi nel legno o nel compensato o per tagliare pannelli a base di legno.

Levigatrice piana.È particolarmente utile se è necessario rimuovere uno strato di vernice o se il legno da lavorare è molto ruvido e irregolare. Aiuta molto a levigare bene e velocemente le superfici piane. Ma se le superfici sono curve, la levigatura a mano è ancora la base.

Bormasina. Con un trapano elettrico si possono praticare fori nel legno molto più facilmente che con un trapano a mano. I migliori sono quelli a due velocità, che possono avvitare e svitare a seconda della velocità scelta. Un set di punte di ottima qualità rende il trapano uno strumento perfetto per la foratura.

sega a pendolo passo 100X

Consigli semplici ma importanti per un risultato finale di qualità

Fare un disegno, uno schizzocon dimensioni, posizione dei fori, angoli. Misurare con attenzione e poi tagliare e/o forare. "Misura due volte e taglia una" è un detto che vale anche in questo caso, non solo per la sartoria.

Utilizzare lame affilate per i tagli. Più la lama è affilata, più il taglio è pulito e preciso. Pulite e curate i vostri utensili per ottenere risultati di qualità.

Scegliere la colla adatto alle condizioni in cui l'oggetto sarà esposto. Per i luoghi ad alta umidità (bagno, cucina) o per gli esterni utilizzare gli adesivi D3 o D4.

Utilizzoviti iti adatte alle dimensioni dei fori praticati nel legno.Le viti più grandi possono incrinare il legno e con quelle più piccole la presa non sarà fissa e sicura.

Levigare accuratamente il legno per ottenere superfici lisce e con venature gradevoli.. Più attenzione si presta a questa fase, migliore sarà il risultato. Per la carta vetrata utilizzare carta abrasiva o spugne abrasive.rettifica del legnoLa grana fine (240-400) serve per lucidare la vernice.

Se il legno presenta fori o fessure indesiderate, sigillarle con stucco per legno. Fare attenzione che, asciugandosi, lo stucco diminuisca di volume. Applicare una quantità maggiore e carteggiare l'eccesso dopo l'asciugatura.

Non scegliere materiali di finitura complicati. I più adatti e facili da usare sono oli e il cielo. Non scegliete finiture complicate per i vostri primi progetti. Non sono così facili da realizzare come sembra. È necessaria un po' di esperienza prima di arrivare a grandi finiture. All'inizio limitatevi alla protezione del legno.

Siate pazienti, eseguite ogni operazione con attenzione e senza fretta.. Non è la velocità con cui si porta a termine il lavoro a dare soddisfazione, ma la qualità del prodotto realizzato.

Per acquisire esperienza e destrezza, puntate a fare qualcosa in più con ogni nuovo progetto.: o fusione nuove lavorazioni più avanzate, rifiniture che comprendono la colorazione o una grande effetto. Non saltate le fasi. Non passate immediatamente da un progetto molto semplice a uno molto complicato.

Leggi di più! Ci sono molte informazioni relative a questo settore. Scoprite come gli altri fanno ciò che volete fare. Imparate dalla loro esperienza. Non dovete commettere gli stessi errori.

Osservare tutti i requisiti di protezione durante il lavoro. Non correte rischi e ricordate che state usando strumenti che possono diventare pericolosi. Utilizzate i dispositivi di protezione. La cosa più importante è la vostra sicurezza.

Spero che queste informazioni e consigli vi siano utili e che vi aiutino nei vostri progetti futuri. Sarei lieto se chi di voi ha esperienza proponesse delle aggiunte interessanti per un principiante. In fondo siamo tutti legati dalla stessa passione.

carpenteria
fonte: hays-ny.com

Mihaela Radu

Mihaela Radu è un ingegnere chimico ma ha una passione per il legno. Lavora nel settore da più di 20 anni e la finitura del legno è ciò che l'ha definita in questo periodo. Ha acquisito esperienza lavorando in un istituto di ricerca, nella propria azienda e in una multinazionale. Vuole condividere continuamente la sua esperienza con chi ha la stessa passione, e non solo.

2 commenti

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ho comprato un kit di ricalco in libreria per mio nipote, ma non so come usarlo. Come si fissa la tavola all'asse? Qual è il ruolo del pezzo con l'intaglio a V?

    • Ciao!
      Il compensato non è fissato alla tavola perché la tavola verrà tagliata insieme ad esso. Il pezzo dentellato a V è quello fissato alla tavola. Per tagliare il compensato su cui è stato disegnato il modello, lo si posiziona sul pezzo fissato alla tavola e la lama della sega deve passare attraverso uno dei fori o attraverso la scanalatura a V libera. La sega rimane fissa in posizione e il taglio viene effettuato muovendola su e giù, spostando o ruotando la tavola per seguire il disegno.
      Buona fortuna a tuo nipote!

Categorie

Iscriviti alla newsletter

it_ITItaliano